Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è
Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è – Foto copertina libro prelevata dal web

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

Chi non conosce l’autore americano creatore della trilogia della Biblioteca dei Morti e della Trilogia dei Dannati, molto più conosciuto dell’autore della Trilogia dei Vampiri ?

Al di là degli scherzi e dei gusti personali volevo analizzare lo stile di Glenn Cooper.

Ho appena finito di leggere L’invasione delle Tenebre e più che recensire il libro volevo parlare del suo modo di scrivere. Una scrittura particolare, diversa, disarmante e a volte urticante. Certo, il libro è tradotto, tuttavia si può capire benissimo come il romanzo sia stato strutturato.

Per prima cosa devo ammettere di essere stato sul punto di abbandonare il libro dopo poche pagine. La sua letteratura è molto semplice, forse anche troppo. E fin lì può anche andare per i palati meno fini.

Quello che invece non va è stata la totale mancanza di immedesimazione nella storia e nei personaggi.

Non solo.

Ho trovato il suo stile calmo, piatto (accezioni personalmente negative), senza fronzoli (e questo può essere anche positivo), senza giocare mai o quasi mai sul cliffhanger. Se è un problema di traduzione, ritengo che l’interprete non lo abbia per nulla impresso nelle pagine.

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

Dicevo dello stile di Glenn Cooper.

Sin dalle prime pagina ho trovato irritante la quasi totale assenza delle descrizioni di luoghi e soprattutto dei personaggi. Ho trovato una mancanza di spessore, una totale assenza di caratterizzazione di ogni protagonista del libro (o quasi), nonostante il buon livello dei dialoghi.

I dialoghi, ecco. In questo caso sono il pezzo forte di questo libro (si fa per dire), sempre attenti, anche se a volte poveri di reale contenuto emotivo.

A volte, inoltre, ho avuto la sensazione che alcune situazioni, alcuni momenti della storia, fossero stati aggiunti in post produzione come l’editore avesse chiesto a Cooper di arrivare ad un tot di pagine. Ovvio, poi, che anche lo stile ne risenta, appesantendo il tutto e rendendolo inorganico.

Ora, il modo di scrivere dell’autore americano può piacere oppure no (è evidente che a me non è piaciuto in questo libro). Al di là dei gusti personali ci sono tuttavia alcune cose di cui volevo parlare in tema di letteratura.

Il vostro stile di scrittura

Ognuno di noi ha un proprio stile di scrittura, è innegabile. Abbiamo visto che le caratteristiche di Glenn Cooper. condivise o meno, possono così riassumersi.

  • Stile semplice, senza tanti fronzoli o parole difficili
  • Facilità nei dialoghi
  • Essenzialità delle descrizioni
  • Essenzialità della caratterizzazione dei personaggi
  • Ridondanza dei personaggi

Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è

E il vostro stile è simile oppure siete diametralmente opposti a questo scrittore da milioni di copie vendute in tutto il mondo ?

Vi piace? E se sì per quale motivo e se no perché ?

In conclusione, visto il tenore del libro, voglio pensare che Cooper fosse un po’ stanco della propria Trilogia dei Dannati. Cose che capitano a tutti. Anche ai migliori.

Autore
Lo stile di Glenn Cooper
Article Name
Lo stile di Glenn Cooper
Description
Lo stile di Glenn Cooper . E il vostro stile quale è . Il vostro stile è simile oppure siete diametralmente opposti a questo scrittore da milioni di copie vendute in tutto il mondo.
Aldo Parisi
Publisher Name
Aldo Parisi
Publisher Logo