Il proprio libro gratis ? Mai

Il proprio libro gratis ? Mai

Il proprio libro gratis ? Mai
Il proprio libro gratis ? Mai – Foto di Pedro Ribeiro Simões – CC BY 2.0

Il proprio libro gratis ? Mai

Quante volte ho visto su portali di genere, su Facebook e su tanti altri siti o forum, scrittori che svendono il proprio libro gratis.

Mi sono domandato.

Perché? Perché? Perché?

Perché denigrare la propria opera alla ricerca della fama, forse del vil denaro?

Forse le ore passate a digitare lettere sul proprio PC per voi non sono state nulla ? Non è costato studio e sudore ? Forse è così. Questi scrittori e queste scrittrici non amano le proprie opere, desiderano solo apparire, solo avere successo, solo farsi conoscere.

O probabilmente loro stessi sanno di non valere, sanno che il loro inchiostro sulle pagine bianche non è altro che una macchia di aceto nero.

Il proprio libro gratis è svendere la propria creatività

Sì, è così. Chi scrive per il puro piacere di dire qualcosa, di fare emozionare il lettore non può svendere la propria creatività. Un romanzo, un capitolo o anche solo una frase non possono essere buttate nel calderone di chi colleziona libri gratuitamente e poi li lascia fermi a prendere spazio e byte nel reader di turno.

Personalmente a me piace scrivere. E piace vedere i miei libri pubblicati e non svenduti.

Non mi riterrei degno della mia opera, dei miei pensieri, delle mie emozioni. E’ come se regalassi una parte di me che ha sudato anche sette camicie per scrivere una sola frase. E Dio sa quanta fatica!

Viva la letteratura!

Preferisco rimanere uno dei milioni di scrittori sconosciuti e squattrinati, ma con l’anima in pace con la mia creatività, che vedere la mia opera gratuita rannicchiata in un angolo della rete, magari senza essere nemmeno sfogliata, lì, depressa e innocua. Preferisco il parere di un lettore, anche fosse uno solo, che apprezza il pensiero del mio romanzo e magari mi chiede un autografo sul libro, che cento bei commenti che si chiudono lì fino al prossimo libro. Gratis però. Infatti è probabile che la mia creatività possa essere anche emozionante ma non porta “fatica” al lettore improvvisato, squattrinato o eccessivamente prudente.

So che quello che sto scrivendo potrebbe scatenare critiche, ma pensate. Pensate ad una persona che scarica un libro gratis. Secondo voi sarà più invogliata a leggere un libro che ha pagato o uno che non ha pagato ? Sarà più invogliata a terminarlo se lo ha pagato o se non ha sborsato un centesimo.

Inoltre, uno scrittore o una scrittrice, se sa di valere magari perché ha avuto un buon ritorno di critica in qualche concorso, perché mai dovrebbe buttare nel calderone dei libri gratis un’opera per la quale ha avuto un certo gradimento?

Il proprio libro gratis ? Mai . Lo ripeto

Ognuno può pensarla come crede, può decidere della propria opera nella maniera più opportuna, tuttavia sappia che fare del proprio libro una lettura gratis fa incorrere alla letteratura anche un altro rischio. La possibilità che la stessa perda di qualità, di contenuti, uniformandosi ad un lettore medio sempre meno critico, sempre meno preparato. E ciò sta già avvenendo.

Il proprio libro gratis ? Mai
Il proprio libro gratis ? Mai – Foto di Lalena Jaramillo – CC BY-NC-ND 2.0

La fiamma della creatività è pura, cocente, fa male.  E’ tangibile, così come è tangibile un libro, il suo profumo, le sue emozioni. La creatività costa, soprattutto per chi scrive.

E se a qualcuno non va di spendere su un libro perché l’autore non è un nome conosciuto, fa proprio il gioco di coloro che annientano la fantasia umana.

E se uno volesse rischiare?

Online ci sono mille strumenti. Il passaparola è spesso la migliore soluzione, così come un libro che arriva in finale in qualche concorso importante (e a volte è meglio del vincitore, comprovato a più riprese).

Quindi informatevi sull’autore. Guardate come l’autore sfrutta la propria visibilità. Leggete i primi capitoli dei libri che, quelli sì, si trovano gratuitamente online (ad es. Google Libri) e se la trama vi piace non vi rimane altro di apprezzare o meno il suo stile, rischiando. Potreste rimanere sorpresi di quanti scrittori sconosciuti italiani scrivano meglio e diano più emozioni dei soliti noti e degli autori stranieri.

Tornate a leggere gli italiani!

Il proprio libro gratis ? Mai . 

Autore
Il proprio libro gratis ? Mai
Article Name
Il proprio libro gratis ? Mai
Description
Il proprio libro gratis ? Mai . Perché svendere la propria creatività ? Perché la fiamma della creatività è pura, cocente, fa male.
Aldo Parisi
Publisher Name
Aldo Parisi
Publisher Logo